Broker online: a quali affidarsi e le tipologie

La scelta del broker online è un passo fondamentale per chi vuole fare trading. Essendo il nostro intermediario, dovrà essere veloce nelle esecuzioni dei nostri ordini, garantirci spread competitivi e sopratutto affidabilità per quanto riguarda i suoi clienti.

Quindi non tutti i broker online sono affidabili?

Purtroppo la risposta è negativa, e molti trader hanno provato in prima persona cosa vuol dire avere a che fare con broker disonesti, perdendo il loro capitale a causa di comportamenti scorretti da parte dell’intermediario online.

Con questo piccolo articolo vi fornirò alcuni suggerimenti per scegliere in maniera saggia quello che dovrà essere il vostro broker.

SEGNALI CHE VI TROVATE DAVANTI A BROKER SCORRETTI:

Iniziamo descrivendo quali sono alcune caratteristiche che dovrebbero farvi immediatamente pensare di non affidare i vostri soldi a un determinato broker:

1)Quando il broker online ha sede in posti come Malta, Cipro, Panama, Isole Vergini o altri paradisi fiscali.

2)Se il broker online non è regolamentato dagli organi di vigilanza del paese in cui si trova, sarebbe da evitare per la nostra scelta.

3)Il Bonus di apertura per il vostro conto online deve essere un altro segnale di allerta che il vostro capitale è probabilmente a rischio. Questi bonus hanno sempre caratteristiche per cui non è possibile ritirarli entro un determinato periodo. Se siete agli inizi, quel periodo in cui non potrete ritirare il bonus, verrà usato dal broker per portare a zero il conto grazie alla vostra ingenuità.

4)Spread molto bassi rispetto al resto dei broker online. Quando pagate pochissimi pips come commisione per la vostra operazione rispetto allo spread medio di mercato, fate attenzione. Potrebbe essere un nuovo segnale di allerta che vi troviate davanti a un broker scorretto.

5)Broker che mostrano banner fasulli su “Come Giovanni ha guadagnato 5.000€ senza sapere nulla del trading online”. Penso che in questo caso non ci sia bisogno di aggiungere altro.

Se voleste approfondire l’argomento, vi suggerisco un mio vecchio articolo riguardo le truffe del trading online a questo indirizzo: https://www.sospriceaction.com/2014/07/12/attenti-alle-truffe-nel-trading-online/  .

LE TIPOLOGIE DI BROKER ONLINE PRESENTI SUL MERCATO:

I broker online, a seconda del servizio offerto, possono essere di diverse tipologie ed è importante avere una visione generale di quali siano. In questo paragrafo verranno elencate le tipologie principali e le loro caratteristiche. Alcune delle descrizioni sono state prese da Traderpedia.

BROKER DEALING DESK (DD): i broker Dealing Desk devono questo nome alla modalità con la quale eseguono gli ordini dei propri clienti. Vengono detti anche Market Maker (che letteralmente significa che sono in grado di “fare il mercato”) e,  sostanzialmente, offrono spread fissi. I market maker generano guadagni attraverso gli spread e, molto spesso, operano in senso opposto a quello dei loro clienti, coprendo in qualche modo la liquidità del mercato. Il broker si comporta da controparte, quindi se voi guadagnate, lui avrà delle perdite. Sta a voi capire se è il caso di operare con un broker offre questa tipologia di servizio, con i suoi vantaggi e svantaggi.

Vantaggi del Dealing Desk:

  • Nessuna commissione oltre lo spread;
  • Capitale di accesso basso;
  • Garanzia sugli eseguiti
  • Impossibilità di andare in rosso

Svantaggi del Dealing Desk:

  • Spread più alti rispetto agli ECN;
  • Possibilità di comportamento fraudolento;
  • Riquotazioni
  • Manipolazione dei prezzi

BROKER NO DEALING DESK (NDD): i broker No Dealing Desk (NDD) sono una tipologia di broker che devono questo nome alla modalità con la quale eseguono gli ordini dei propri clienti. Un broker No Dealing Desk (NDD) fornisce ai suoi clienti l’accesso diretto al mercato interbancario. Generalmente, con il NDD i prezzi non sono soggetti a requotazioni, inoltre, gli spread offerti sono abbastanza bassi, ma non fissi. I broker NDD possono addebitare commissioni sulle transazioni o scegliere di aumentare lo spread. Con questa tipologia di broker, il vostro ordine viene inviato direttamente a uno dei fornitori di liquidità dell’intermediario online. Questo vuole dire che la vostra controparte non è il broker ma i suoi fornitori di liquidità.

I broker No Dealing Desk possono essere:

- STP (Straight Through Processing)
- ECN (Electronic Communication Network)

STP

Con la modalità STP le transazioni sono completamente informatizzate e vengono inviate sul mercato interbancario, ovvero il fornitore di liquidità (liquidity provider) senza l’intervento del broker.

ECN

La modalità ECN offre informazioni in tempo reale sullo stato di elaborazione degli ordini prevedendo un mercato in cui tutti i partecipanti possano fare trading gli uni contro gli altri. I partecipanti, dunque, interagiscono all’interno del Economic Communications Network andando a cogliere le migliori offerte di quel momento.

I broker ECN fanno pagare generalmente una commissione sui volumi scambiati, con i broker ECN tutte le transazioni vengono elaborate direttamente sul mercato interbancario in modalità NDD.

Spero che questo articolo vi sia stato utile per capire meglio quello che è il mondo dei broker online. Su internet è difficile che leggerete di un broker del tutto affidabile. Spunterà fuori sempre qualche articolo in cui il broker XXX ha avuto comportamenti scorretti o è stato multato per comportamenti scorretti. Cercate sempre di affidarvi a società che siano solide,possibilmente quotate su alcuni listini azionari, trasparenti e che abbiano grande liquidità. Diffidate di broker in posti sconosciuti e non regolamentati nei paesi di provenienza o dove si trovano le loro sedi.

Se hai difficoltà nello scegliere un broker adatto alle tue esigenze potrai trovare ulteriori indicazioni a questa pagina, altrimenti dai uno sguardo al nostro servizio Sos Broker. 

Vorresti imparare a fare trading online in maniera corretta e professionale? Visualizza la nostra offerta formativa cliccando qui.