AUD/USD:analisi prima della dichiarazione del tasso di interesse

Fra poche ore la banca centrale australiana rilascerà la dichiarazione del tasso di interesse,che secondo la previsione degli analisti dovrebbe rimanere invariato rispetto al mese precedente.Andiamo a vedere la situazione grafica prima del rilascio di questo importantissimo market mover:come potete osservare dall’immagine,nelle sedute precedenti il cambio AUD/USD era andato a formare una figura triangolare che andava a delineare una forte indecisione nell’area di prezzo posta 0,877700-0,88000.Dopo una prima rottura con strappo rialzista verso l’area 0,88700,che rappresentava una forte area di resistenza del cambio,il prezzo ha avuto un forte movimento di discesa dove abbiamo avuto un ritorno in area 0,88500.Su questo livello si è poi sviluppato un pullback del movimento del prezzo,che ha riportato la quotazione di AUD/USD sotto quello che era il livello chiave della figurare trinagolare.Nel momento in cui scrivo la quotazione si trova a testare l’area chiave di 0,87500-0,88720.La zona appena descritta rappresenta un importante area per la coppia,dato che questa zona rappresenta la mediana di prezzo dove avvengono molte delle contrattazioni dell’intera fase congestiva (Che ha come livello 0,86200 e livello di resitenza a 0,88700).La media mobile a 21 periodi sembra funzionare in questo momento da supporto dinamico,contenendo il prezzo all’interno del livello 0,88700.Se dovessimo avere un tasso di interesse interpretato negativamente dal mercato,un prossimo livello su cui prestare attenzione sarebbe posto a 0,86270,che rappresenta la base di quella situazione di congestione di prezzo iniziata il 29/09/2014.La rottura di questa zona porterebbe a ulteriori discese in area 0,85400.Questo è chiaramente uno scenario in linea con gli ultimi movimenti della coppia valutaria,dato che analizzando il grafico su più larghi orizzonti temporali,come un grafico settimanale,abbiamo dei segnali che sembrano vedere lo scenario ribassista come quello più probabile.La cosa migliore da fare è sicuramente aspettare la reazione alla dichiarazione del tasso di interesse e vedere come il mercato andrà a interpretare tale notizia.
 

audusd