Scegliere il time frame giusto per il nostro trading.

Ogni trader a inizio della sua attività si sarà posto questa domanda: su quale Time Frame voglio operare? Spinti dall’avarizia e voglia di guadagnare abbiamo sicuramente pensato che operare su TF (Time Frame) bassi, come grafici a 1m-5m-15m fosse la soluzione migliore e rapida per guadagnare.

Quindi abbiamo aperto tantissime operazioni al giorno sfruttando i segnali dati dalle candele e ritrovarci per nostra sfortuna a non aver guadagnato,e cosa ancora peggiore, all’aver accumulato una forte dose di stress che nei casi peggiori avrà portato a operazioni devastanti per il nostro conto di trading.

Allora abbiamo deciso di spostarci su TF più alti come i grafici a 30m-1h e probabilmente i risultati sono stati migliori o in caso opposto,sicuramente meno stressanti delle precedenti esperienze. Curiosi di vedere come fosse operare a TF più alti, come i grafici a 4h e giornalieri, abbiamo nuovamente cambiato TF.

Questa volta ci siamo resi conto che abbiamo migliori performance ma forse operare con questi intervalli di tempo ci annoia……

Cosa volevo dire con questa piccola introduzione? Che non esiste un giusto time frame nel trading,esiste invece il TIME FRAME GIUSTO PER NOI.

-COME SCEGLIERE IL NOSTRO TIME FRAME-

Fare trading è sicuramente un tipo di attività che porta molti stress e consuma molte energie. Cosa molto importante per un trader è la riduzione di questi stress al minimo, perchè nel momento in cui siamo molto stressati, possiamo perdere la concentrazione e non riuscire a capire più quello che il mercato ci vuole dire.

Le conseguenze sono operazioni in perdita, analisi dei prezzi completamente sbagliate e cosa ancora peggiore, ulteriore stanchezza per la nostra mente. Se vogliamo scegliere il giusto time frame, la prima domanda da farci è questa:Su che tipologia di grafico trovo il  MIO minimo stress mentale in proporzione al guadagno avuto? Per avere la risposta a questa domanda, è doveroso provare per mesi i vari time frame.

Si può usare benissimo un conto demo,in modo da capire senza perdere denaro,in quale situazione riusciamo a operare meglio. In questo modo vedremo anche i movimenti che hanno gli strumenti finanziari nei vari periodi di tempo scelti.

-TIME FRAME DI BREVE VS TIME FRAME DI LUNGO-

Chi inizia a fare trading pensa spesso che i bassi time frame siano quelli usati dai principianti e i grandi investitori, essendo professionisti, operino su quelli di lungo termine. Purtroppo le cose non vanno esattamente così. Operando sui grafici di breve, come può essere un grafico a 1m-5m-15m, abbiamo movimenti veloci, nervosi e sopratutto influenzati dalle notizie che ogni giorno dominano il mercato.

Questo vuol dire che bisogna essere veloci nell’entrare a mercato con il nostro ordine e tanto veloci nell’uscirne in caso le cose iniziassero ad andarci contro. Grafici così di breve periodo non mostrano veramente quello che è il mercato,dandoci segnali di scarsa affidabilità e in continuo cambiamento.

Su questi time frame, i livelli chiave di prezzo vengono in continuazione testati, quindi i rischi di prendere degli stop loss sono molto alti. Questo dimostra che per operare su grafici con intervallo temporale così basso,bisogna essere dei PROFESSIONISTI, che conoscono bene il mercato e lo strumento finanziario su cui fanno trading su OGNI time frame.

Per un principiante che ha iniziato da pochi mesi a fare trading, i grafici di breve periodo sono il miglior modo di perdere soldi e arrivare a forte dosi di stress.

-AFFIDABILITÀ DEI TIME FRAME DI LUNGO VS QUELLI DI BREVE PERIODO-

Se volessimo avere segnali veramente affidabili, il modo migliore sarebbe quello di usare solo time frame di lungo periodo.Questo perchè? Semplicemente perchè un grafico di lungo periodo come un giornaliero rappresenta la fotografia dell’intera giornata di trading. A chiusura candela avremo un riassunto di quello che è stata veramente la giornata di trading,senza quel rumore portato dalle notizie economiche.

A fine giornata infatti possiamo vedere in maniera REALE, come quella notizia abbia influenzato seriamente il nostro strumento finanziario. Quante volte è capitato di vedere dopo un rilascio di dati importanti il prezzo salire e poi invertire completamente rotta? Con un grafico giornaliero sicuramente non corriamo questo rischio perchè è tutto all’interno della nostra candela giornliera.

Essendo i time frame di lungo periodo più affidabili, anche la candela che verrà a formarsi avrà più probabilità di essere un vero segnale. Una pin bar su grafica giornaliero è SICURAMENTE più affidabile di una formatasi su un grafico a 15m. Altra cosa importante, oltre a una più elevata affidabilità di segnale, è che sui grandi time frame abbiamo la possibilità di tracciare dei livelli chiave realmente significativi.

Vorresti imparare a fare trading online in maniera corretta e professionale? Visualizza la nostra offerta formativa cliccando qui.